Life BEE adapt

A pact for pollinator adaptation to climate change
(LIFE21-CCA-IT-LIFE BEEadapt/101074591)

LIFE BEEadapt è un progetto cofinanziato dalla Commissione Europea tramite il programma LIFE, nell’ambito del sottoprogramma orientato alle azioni per l’adattamento climatico. Il progetto, che avrà una durata di 48 mesi (1/09/2022 – 31/8/2026), mira a supportare la capacità di adattamento degli impollinatori ai cambiamenti climatici intervenendo con azioni pilota nelle aree target per migliorare la connettività ecologica e l’eterogeneità degli habitat in aree urbane, periurbane e rurali e sviluppando strategie di governance e coinvolgimento di attori chiave.

Obiettivo generale

Obiettivo generale del progetto è la sperimentazione di strategie per l’adattamento degli insetti impollinatori ai cambiamenti climatici, comprendenti una serie di azioni pilota per il miglioramento della connettività ecologica e dell’eterogeneità degli habitat in aree urbane, periurbane e rurali, e attività di governance multilivello e coinvolgimento di attori chiave con competenze in settori diversi come la programmazione, la pianificazione territoriale, la gestione dei fondi, l’ambiente e l’agricoltura.

Obiettivi specifici

Gli obiettivi specifici sono i seguenti:

  • Miglioramento e riqualificazione della funzionalità e della connettività ecologica nelle aree target, tramite la realizzazione di infrastrutture verdi, aree buffer e corridoi ecologici; realizzazione di un abaco di pratiche per le infrastrutture verdi e identificazione di possibili soluzioni agli ostacoli che ne possono rallentare la realizzazione.
  • Definizione di un modello di governance multilivello per rafforzare, nell’ambito dell’adattamento climatico per gli impollinatori, le capacità dei soggetti pubblici e privati responsabili della pianificazione e della gestione del territorio.
  • Promozione del modello di intervento BEEadapt, e della sua sostenibilità nel tempo e replicabilità, tramite l’attivazione di un “Consultation Board” e di una serie di “Patti territoriali” che coinvolgono gli attori chiave.
  • Sviluppo e trasferimento di un protocollo per l’adattamento degli insetti impollinatori, riguardante la progettazione, creazione e gestione delle infrastrutture verdi, e la definizione e realizzazione di pratiche agronomiche e di gestione territoriale coerenti con la PAC e in grado al tempo stesso di supportare la sopravvivenza degli impollinatori.

Partner

Le aree oggetto delle azioni pilota sono:

  • Toscana e Emilia-Romagna: Parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano
  • Marche: Riserva Naturale Montagna di Torricchio
  • Lazio: RomaNatura - Aree Naturali Protette nel Comune di Roma
  • Lazio: Agro Pontino
  • Lazio: Comune di Aprilia